Coronavirus, le restrizioni gravano sui trattamenti terapeutici

Il Dpcm 11 marzo 2020, che contiene misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale, ha di fatto sospeso anche le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti). Se in un primo moneto, con il DPCM 8 marzo 2020 tali attività erano consentite, a patto che venissero rispettate le misure igienico–sanitarie adottate dal Governo, con questo ultimo Decreto, si prova ad evitare che il contagio da covid-19 possa propagarsi a dismisura. Ma cosa ha comportato?Continua a leggere l'articolo su Oltreilfatto.it

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Pages