Coronavirus, ogni tanto è bello essere negativi. Tratto da una storia vera


In questi giorni di apprensione, ho avuto modo di raccogliere la testimonianza di una donna di 36 anni del Sud, che ha vissuto le ore drammatiche in attesa dell’esito del referto del tampone covid-19.
Ore di angoscia e di meditazione. La donna che indicheremo con un nome di fantasia Speranza è risultata negativa al tampone ma ha dovuto osservare la quarantena per essere entrata in contatto con un soggetto risultato positivo.
Continua a leggere l'articolo su Oltreilfatto.it

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Pages